Grappa 085 all’uva di Pecorino

Centopercento

18.00 IVA inclusa

Densa di mistero è la storia legata all’origine del nome di questo vitigno. Varie sono le teorie, tra le quali spicca quella che vedrebbe raffigurata la testa di una pecora nella particolare forma del grappolo d’uva. La più accreditata sembra però essere quella che lega la viticoltura ad un’altra grande tradizione degli Abruzzi: la pastorizia transumante. Le viti della cultivar “Pecorino”, avendo la caratteristica di raggiungere la maturazione in anticipo rispetto alle altre varietà regionali, rendeva le sue uve molto gradite agli animali, che a fatica venivano tratttenuti dai pastori. I quali si trovavano poi, loro malgrado, ad affrontare controversie difficili con gli agricoltori vittime della predazione ovina!

Esaurito

Aggiungi il prodotto alla lista in attesa. Appena il prodotto tornerà disponibile sarai avvisato con una email di conferma

Categorie:,

Descrizione

Densa di mistero è la storia legata all’origine del nome di questo vitigno. Varie sono le teorie, tra le quali spicca quella che vedrebbe raffigurata la testa di una pecora nella particolare forma del grappolo d’uva.

Informazioni aggiuntive

Cantina

Regione

Dettagli

ANNO
TEMPERATURA 12°C
GRADAZIONE 40 % Vol
COLORE Trasparente, incolore.
PROFUMO Profumo frizzante e fresco, con sentori di frutta matura a polpa bianca, banana e agrumi.
GUSTO Gusto morbido e persistente. Elegante ed intenso il sentore di fiori e biancospino.